Province
30/07/2013

Un anno difficile

Con questa email infrastrutture.org va in vacanza, ci rivediamo a settembre. In questo anno la newsletter ha aggiornato con puntualità gli utenti sugli sviluppi del comparto. E’ cambiato molto in questo anno.

La crisi si è estremamente acuita. Il comparto dell’edilizia continua soffrire, come le manifestazioni delle associazioni di categoria ci hanno ricordato nelle settimane scorse con la protesta di Piazza Affari.

La situazione politico economica è quella di un Paese in emergenza. L’attuale governo ha cercato di rilanciare il comparto. Il ministro Lupi, in particolare, si è speso molto per finanziare  le opere in esecuzione che erano a rischio di interruzione.

A giugno dell’anno scorso aprivamo uno dei primi numeri della newsletter annunciando l’inizio dei lavori di un importante infrastruttura lombarda, la Teem. Oggi, proprio grazie al “Decreto del Fare”, si è raggiunti il closing finanziario e la nuova tangenziale di Milano verrà sicuramente realizzata entro l’apertura dell’ Expo 2015.

Quello che si è concluso è stato comunque un anno molto difficile per il settore. La crisi economica, il “Patto di stabilità”, che ha sostanzialmente azzerato la spesa per gli investimenti delle pubbliche amministrazioni e la difficoltà delle banche a concedere credito alle imprese sono stati i fattori che hanno  portato al collasso il settore, soprattutto per quanto riguarda gli interventi di piccola e media portata.

Simbolo di questa sofferenza è la nuova autostrada Pedemontana. La società non è in grado di finanziare la costruzione dell’intera infrastruttura. La colpa è da imputare a tutti questi fattori, perciò l’azionista principale, Serravalle, non è in grado  di ricapitalizzare la società a causa dei problemi economici in cui versano i suoi principali azionisti, Provincia e Comune di Milano. Le banche sono ferme e fino a ora non hanno mantenuto agli impegni finanziari che aveva concordato. Per tutti questi motivi, Pedemontana non sarà terminata completamente entro Expo 2015. Per quell’evento verranno terminate solo le prime due tratte.

Questo anno però è stato l’anno del closing finanziario di Brebemi, l’autostrada che collegherà Brescia a Milano e che sarà pronta entro la primavera del 2014.

Un importante infrastruttura realizzata completamente in project financing, senza spendere un euro di denaro pubblico. 

Insomma, quello passato è stato un anno difficile. Un anno che ha messo veramente in ginocchio il comparto. Noi lo abbiamo raccontato, dando voce ai protagonisti e cercando di condividere proposte e soluzioni alternative e lo faremo anche il prossimo anno, con maggiore impegno e passione.

Però sarebbe importante, cari lettori, un vostro maggior coinvolgimento. Vero che le nostre statistiche ci confermano un tasso notevolissimo di “apertori” di “cliccatori” , cioè di lettori che proseguono la ricerca d’informazione cercando gli approfondimenti da noi indicati, ma vorremmo offrirvi la possibilità di interventi diretti e quella di raggiungere un vostro specifico target di interlocutori. Segnalateci, rispondendo alla Mail, la vostra eventuale disponibilità. Più ancora mi preme proporvi una occasione dì incontro: il MEETING di Rimini con la presenza del Ministro Lupi e con la possibilità di partecipare a numerosissimi incontri, di cui vi segnalo a parte solo quelli più direttamente connessi per argomento. Il programma completo del 2013, il titolo è EMERGENZA UOMO, su www.meetingrimini.it . Per comunicare la vostra presenza al Meeting e darmi la possibilità di offrirvi una cordiale accoglienza, mandateci una mail a presidenza@europacivilta.it entro il 14 agosto o,  successivamente e in caso di necessità,  una telefonata o sms a 3346203814.

COSTANTE PORTATADINO

< indietro